Come fare per.. Famiglia


separazione consensuale
Scheda aggiornata al 14/07/2018
DOVE

Presso il Palazzo di Giustizia - Tribunale di Genova -  Ruolo  Generale Civile   - piano 11° stanza 32.
Orario: lunedì – venerdì ore 9,00 – 13,00 (13,30 atti urgenti) sabato 9,00 – 12,00 

Trattazione: Volontaria giurisdizione Famiglia  -6° piano – stanza 72 - Tel. 010/5692374
Orario: lunedì – venerdì: ore 9,00 – 13,00 – sabato chiuso

VEDI ORARIO ESTIVO


Prima del deposito rivolgersi all'Ufficio  Relazioni con il Pubblico  per la verifica della  documentazione.

COS'E'

E' una procedura che consente ai coniugi, allorché si verifichino fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza, di separarsi concordando le condizioni.
I coniugi possono chiedere, se sono d’accordo su ciò,

  •  Di essere autorizzati a vivere separati
  •  Che i figli siano affidati ad entrambi congiuntamente o con modalità condivisa, salvo non sussistano circostanze particolari tali da giustificare l’affidamento esclusivo ad uno dei genitori
  •  Che la casa coniugale sia assegnata ad uno dei due, anche indipendentemente dai diritti che i coniugi stessi, o terzi, hanno sulla stessa
  •  Di regolare consensualmente ogni rapporto patrimoniale derivante dal matrimonio, con la precisazione che, in presenza di figli minori collocati prevalentemente presso l’abitazione di uno dei genitori, l’altro genitore è , di regola, tenuto a contribuire al mantenimento del figlio con un assegno mensile da corrispondere all’altro coniuge (almeno sino alla maggiore età del figlio), da rivalutarsi annualmente in base agli indici ISTAT
RIFERIMENTI NORMATIVI
CHI

I coniugi congiuntamente

COME

Il ricorso per separazione consensuale (v. modulistica) deve essere:

  •  diretto al Presidente del Tribunale del luogo di residenza (o di domicilio documentato) dei ricorrenti
  •  sottoscritto da entrambi i coniugi davanti all’incaricato del servizio. L’istanza, sottoscritta da entrambi i coniugi, può essere depositata da avvocato munito di procura da parte di uno o di entrambi i coniugi.

All’udienza i coniugi devono comparire personalmente.

COSTO

Contributo unificato € 43,00

Tutti gli atti e documenti relativi al procedimento di separazione personale sono esenti da imposte di registro, di bollo, ipotecarie, catastali, INVIM.

DOCUMENTI

da depositare (esenti da bollo):  
• stato di famiglia;
• certificato di residenza;
• estratto per riassunto dell'atto di matrimonio da richiedere nel Comune dove il matrimonio è stato celebrato
• documenti fiscali relativi ai redditi  dell’ultimo anno quando vi sono figli minori (101, 740 ...)
• nota di iscrizione a ruolo compilata (codice 111001)
• Scheda ISTAT compilata (il modello può essere ritirato presso l’URP o presso la Cancelleria Sezione Famiglia – piano 6 stanza 72)
• Fotocopia documento d’ identità dei coniugi

I legali sono invitati a  compilare il frontespizio (v. modulistica) del verbale prima dell’udienza.

ITER E TEMPI

Successivamente -  dopo 15/20 giorni dal deposito -  le parti possono rivolgersi all’URP per conoscere la data dell’udienza .
L’informazione può essere richiesta  telefonicamente (ai  numeri 010 569 2789 – 2772 – 2790) solo se la parte  conosce il numero di iscrizione; altrimenti occorre presentarsi di persona.

In altrenativa, è possibile consultare il “Portale dei servizi telematici” accessibile tramite link reperibile nella Homepage del Sito dell’URP http://pst.giustizia.it/PST/it/homepage.wp seguendo la seguente procedura:

scegliere la voce “consultazione pubblica dei registri
selezionare  regione: Liguria  -  uffici giudiziari: Tribunale Ordinario di Genova  registro: contenzioso civile   cliccare consulta
cliccare su  Ruolo generale
inserire  il numero di  ruolo generale: numero..... anno.....
cliccare su esegui ricerca
cliccare sul numero di ruolo
viene visualizzato il dettaglio del procedimento con indicazione della data di udienza

 La procedura si conclude con il verbale omologato: dalla data dell’udienza decorrono i termini (sei mesi) per richiedere il divorzio.

AVVERTENZE

Quando vi sono figli minori gli accordi riguardanti le condizioni di affidamento devono essere valutate dal Tribunale. In questo caso  è consigliabile che gli interessati si rivolgano ad un legale, per evitare difficoltà di omologazione della separazione.

CASI PARTICOLARI

Il ricorso può essere presentato anche da un solo coniuge, ma in tal caso deve essere notificato all’altro coniuge e all’udienza devono comparire entrambi i coniugi ed essere d’accordo.
Inoltre, se uno dei due coniugi si trova in un’altra città o all'estero, può sottoscrivere la domanda con firma autenticata davanti all'autorità consolare o  ad un notaio.
Se uno dei due coniugi si trova in carcere, può sottoscrivere la domanda con firma autenticata davanti al direttore del carcere; l’altro coniuge potrà provvedere al deposito e alla firma della domanda in cancelleria. Il giorno dell’udienza il detenuto dovrà essere tradotto per la comparizione, su sua richiesta.

LINK

Regime fiscale degli assegni: Vedi scheda assegni separazione e divorzio

Per avere COPIE di DIVORZI E SEPARAZIONI (sentenze e verbali) vedi TABELLA

Certificato art. 39 regolamento ce 2201/2003 sulle decisioni in materia matrimoniale e di responsabilità genitoriale.

NOVITA': Convenzioni negoziazione assistita e procedura semplificata in Comune

Legge 162/2014  di conversione del D.L. 132/2014. 
Tale norma  ha introdotto nuove modalità di divorzio: 
-Convenzione di negoziazione assistita da uno o piu' avvocati  per  le   soluzioni consensuali di separazione personale, di cessazione degli   effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica  delle   condizioni di separazione o di divorzio (art. 6  legge 162/2014)  [articolo in vigore dall’11/11/2014]  -   Vedi linee guida  diramate dalla Procura della Repubblica in ordine alle convenzioni di negoziazione assistita  ex art. 6  Legge 162/2014.
-Separazione consensuale, richiesta congiunta  di  scioglimento  o  di   cessazione degli effetti civili del  matrimonio  e  modifica  delle   condizioni di separazione o di divorzio innanzi all'ufficiale dello   stato civile  (art . 12 Legge 162/2014) [articolo in vigore dall’11/12/2014]
Per approfondimenti vedi scheda

 

SPESE STRAORDINARIE

La Sezione IV Famiglia, nella riunione del 15/09/2016,  ha  espresso il proprio orientamento uniforme in relazione alle spese straordinarie per il mantenimento dei figli, chiarendo quali tra dette spese richiedono il  preventivo  accordo tra i genitori e quali no.
Vedi protocollo

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

Nella riunione del  21/12/2017 la Sezione IV Famiglia ha  formalizzato  il mutamento di orientamento giurisprudenziale della Sezione in ordine all'ammissibilità dei trasferimenti immobiliari, nel senso di precluderli.
La Sezione stabilisce la data del 31/12/2017 (data del deposito del ricorso) quale termine ultimo per consentire trasferimenti immobiliari all'interno delle procedure di separazione e divorzio, nonché nei procedimenti camerali in materia di mantenimento dei figli nati fuori dal matrimonio.