Come fare per.. Altri servizi Civili


Contributo unificato di iscrizione a ruolo
Scheda aggiornata al 03/03/2018
COS'E'

Dal 1° marzo 2002 la tassazione per le spese degli atti giudiziari si   basa sul "contributo unificato di iscrizione a ruolo" che ha sostituito tutte le altre imposte precedentemente previste  per i procedimenti civili e amministrativi  (imposte di     bollo, tassa di iscrizione  a  ruolo, diritti di cancelleria).
                
Il contributo unificato è  quindi l'importo dovuto al momento dell'iscrizione a ruolo e  si applica per ciascun grado di giudizio nel processo civile, compresa la procedura concorsuale, e di volontaria giurisdizione, e nel processo amministrativo.
Il contributo unificato è dovuto, in base al valore (a scaglioni) della controversia o alla sua tipologia.

CODICI PER F23

Se per pagare il contributo si usa il modello F23:
-    il codice tributo è 941T
-    Codice Territoriale Genova D969
-    per i codici ente vedi TABELLA

COME SI PAGA

Il pagamento del contributo unificato può essere effettuato presso:
•    le tabaccherie  acquistando il contrassegno adesivo
•    gli uffici postali utilizzando l’apposito bollettino di conto corrente postale - pdf (il bollettino di c/c postale è stato approvato con provvedimento del Direttore del 19 febbraio 2002 e pubblicato in G.U. Serie Generale n. 45 del 22 febbraio 2002);
•    le banche utilizzando il modello F23 (vedi fac simile F23 per contributo Tribunale in moduli);
•   con  modalità telematiche
              

Vedi tabella Tribunale
 Vedi tabella GdP

PAGAMENTI DALL'ESTERO

Il versamento,  se eseguito fuori del territorio dello  Stato Italiano, può essere   effettuato   mediante bonifico bancario con procedura SWIFT MT 103 con le  seguenti coordinate:
 Codice BIC: BITAITRRENT *
 IBAN: IT 04 O 01000 03245 350008332100
 Causale:  ** ...... (ufficio Giudiziario  - tipo di procedura - Nome delle parti).
* il codice BIC "BITAITRRENT" identifica la Banca d'Italia; se richiesto, indicare come beneficiario "Bilancio dello Stato", oppure la denominazione del comune o della regione

** Nella causale del bonifico indicare le seguenti informazioni:
Codice fiscale (C.F..) del contribuente
Codice tributo  (codice tributo 941T per contributo unificato, codice tributo 943T per diritti forfettizzati euro 27,00)
Ufficio Giudiziario  - tipo di procedura - Nome delle parti
Anno di riferimento (AAAA) oppure mese/anno di riferimento (MM/AAAA)
Vedi  Circolare MEF 19/2009

RIMBORSO

Il diritto al rimborso  sussiste nel  caso di versamento non dovuto o eccedente.
Il diritto al rimborso deve essere esercitato a pena di decadenza  entro  2 anni dal pagamento.
Chiare istruzioni sono contenute nella circolare MEF 33/2007