Come fare per.. Servizi Amministrativi


asseverazione di perizie e traduzioni
Scheda aggiornata al 21/03/2018

Si può asseverare una perizia stragiudiziale o una traduzione in un qualsiasi Tribunale civile, o è prevista una specifica “competenza territoriale”?

Nessuna competenza per territorio è prevista; infatti non rileva né il luogo di residenza del perito o traduttore, né il luogo di eventuale iscrizione ad albi professionali, né tanto meno il luogo relativo all'oggetto della perizia o traduzione.

L’ufficio giudiziario deve trattenere una copia della perizia o della traduzione a prova del giuramento prestato?

Non necessariamente, ma a prova del giuramento prestato, il cancelliere annota il verbale di giuramento nel registro cronologico, il cui numero di iscrizione viene apposto sull’atto.

Una perizia stragiudiziale può essere utilizzata nel processo civile, magari in sostituzione di un accertamento tecnico preventivo?

No, in quanto le perizie stragiudiziali hanno valore solo tra i privati e tra questi e la Pubblica Amministrazione, ma non nei confronti dell’autorità giudiziaria; tuttavia, qualora vengano utilizzate nel processo civile, esse costituiscono semplici allegazioni difensive di carattere tecnico prive di autonomo valore probatorio.

Il verbale redatto dal cancelliere deve essere computato ai fini della determinazione dell’importo del bollo dal pagare?

Si, se redatto su  una facciata.

Quali possono essere le conseguenze della falsa attestazione giurata dei fatti contenuti in una perizia?

La falsa attestazione giurata dei fatti contenuti in una perizia costituisce reato ai sensi dell’art. 483 del codice penale, il quale punisce con la reclusione fino a due anni chi attesta falsamente al pubblico ufficiale in un atto pubblico fatti dei quali l’atto è destinato a provare la verità.